Composer, songwriter and music producer
Piano, synthesizers and hammond player

Gianluca Di Ienno

WEBSITE READ PRESS
g-me
G. Falzone Border Trio at Monza Visionaria 2017 (Roseto della Villa Reale di Monza, MB)
Bebo Ferra “Voltage” At Laurin Jazz Bozen (May 2017)
Pianologues – with H. Shybayeva – Pianocity Milano (May 2017)
Coming up: Bebo Ferra “Voltage” Teatro di Gradara 18.03.2017
Electromiles at Blue Note Milan
Keys Trio “Shifting Thoughts” Review on Musica Jazz

Pianist, hammondist, keyboardist, composer and music producer Gianluca Di Ienno is one of the most appreciated musician in the Italian scene for his inventive, versatility, sensitivity and the ability to contribute with a personal aesthetic concept in a wide range of musical genres and creative scenariosHe started playing music at 3 years old, on a Elka transistor organ, around 7 he began to study music. Degree in Jazz Music (Conservatorio Verdi, Milan, 110/110 cum laude), with a C.P.M. jazz specialization degree (10/10) and a 8 years of classical piano studies, in international jazz scene he is known as a piano, synthesizers and hammond performer. As a sideman or performer or music producer he recorded for BMG, Sony Music, RTI-Medusa, KromaKi, CAM Jazz, Tuk Music, Abeat, Dodicilune, Dot Time Records. In jazz and improvised music he recorded about 25 LPs as a sideman shared recording studios or the stage, on piano, keys or hammond, with: Roberto Gatto, Paolo Fresu, Giovanni Falzone, Franco Ambrosetti, Rosario Giuliani, Randy Brecker, Perico Sambeat, Mattia Cigalini, Byron Landham, Bebo Ferra, Fabrizio Bosso, Max Ionata, Giovanni Falzone, Bjørn Solli, Yuri Goloubev, Asaf Srkis, Fulvio Sigurtà, Mauro Negri, Tino Tracanna, Fabrizio Sferra, Andrea Dulbecco, Stefano Bagnoli, Max Furian, Nicola Angelucci, George Robert, Ada Rovatti and many more. As a bandleader he recorded and produced (or co-produced): “These Days” (by Release-3 piano trio, Abeat 2013), “Shifting Thoughts” (Keys Trio, an electric trio, experimental, a hard mixture of  IDM, acoustic, digital, synth pop, distorted hammond and improvisation, Abeat 2016), “Live in Santa Maria Gualtieri” (with DBus as tribute to Debussy music, a personal view about symbolism in music, Teriyaki Records, 2015) and “Tornando” (by Picoduet a real acoustic and electric crossover music tribute focusing on popular music and improvisation, co-leaded with Nicola Oliva, Dase Sound Lab/Accademia Del Suono, 2009). He is also involved in music production. Over 15 years of experience in music production made for international brands, short movies, synch-music, cinema, games and tv/radio networks (Radio 105, Radio Dimensione Suono, Lausanne FM, Radio Montecarlo, RMC2, Generali, Pitti, Becks, Vodafone, Levi’s). In 2016 he founded Mitsuhide Music company, a new crew of producers, songwriters and performer in a creative factory in Milan, working in a wide range of projects, from commercial to artistic.

Il suo primo disco da leader, “These Days”, registrato con Alex Orciari al contrabbasso e Matteo Rebulla alla batteria, con ospiti Bebo Ferra e Simona Parrinello (Abeat, 2013), riceve diverse recensioni positive da parte della critica specializzata, tra cui Jazz Convention e Musica Jazz. Di prossima pubblicazione è il suo secondo disco da leader che prenderà il titolo “Shifting Thoughts” e sarà pubblicato sempre da Abeat; Keys Trio – questo il nome della formazione – è un progetto originale, con Massimiliano Milesi al sax tenore e soprano e Alessand0ro Rossi alla batteria, imperniato sul timbro di macchine analogiche ed elettronica, i cui brani lasciano intravedere suoni caratteristici della musica dub e trip hop, non disdegnando il rimando ad echi timbrici degli anni 80 e 90. Tra gli altri progetti originali è in essere il piano-duo con la pianista classica e talento del pianoforte Hanna Shybaieva, progetto che prende il nome di Pianologues: il progetto è stato presentato nel 2014 e 2015 in una serie di concerti tenutisi ad Utrecht (nella rassegna De Bovenkamer), L’Aia in Olanda, a Milano, e nella bella cornice dell’Aula Del Quattrocento a Pavia. Un recente progetto, che ha all’attivo la resentazione con annessa registrazione dell’EP Live in Santa Maria Gualtieri e una recensione positiva per Jazz It è il progetto dBus; il progetto, promosso da Pavia Musica, prende in prestito alcuni aspetti peculiari alla composizione dei “jazzisti impressionisti” (quali Monk, Ellington, Evans, Davis) ed alcune timbriche specifiche della musica di fine ottocento per strutturarla attraverso un’ottica personale e contestualizzarla in un panorama attuale. Ha avuto possibilità di esser parte di progetti o collaborazioni, sia al pianoforte che all’organo hammond, con Franco Ambrosetti, Randy Brecker, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Giovanni Falzone, Mattia Cigalini, Bebo Ferra, Perico Sambeat, Mauro Negri, Emanuele Cisi, Max Ionata, Tino Tracanna, Fabrizio Sferra, Nicola Angelucci, John O’Gallagher, Byron Landham, Gianni Cazzola, Stefano Bagnoli, Max Furian, Bjørn Solli, Yuri Goloubev, Asaf Srkis, Adam Pache, Mauro Beggio, Marco Micheli, George Robert, Mark Nightingale, Tony Arco, Attilio Zanchi, Alessio Menconi, Emilio Soana, Ada Rovatti, Paolo Pellegatti, Lucio Terzano, Fulvio Sigurtà, Sandro Zerafa, Dino Rubino, Michele Polga, Stefano Senni, Alessio Menconi ed altri. Ha avuto possibilità di esibirsi, attraverso il progetto legato agli istituti italiani di cultura all’estero Pavia Jazz Orchestra, in importanti teatri e club all’estero tra cui Kamani Auditorium a New Dehli, Mazda Hall di Pune (Mumbay), Auditorium Istituto di Cultura Italiana a Casablanca e Teatro Mohammed V di Rabat (Marocco), Savoy Theathre ad Helsinki, Recoleta Cultural Center di Buenos Aires, Auditorio Diego De Torres di Cordoba e Radisson Hall in Montevideo. Tra le altre esibizioni in ambito internazionale vanno ricordate la rassegna Une Eté à Bourges (FR, con Pietro Nobile e Nicola Oliva), i concerti a San Francisco, Sausalito e Oakland (con Heather Lauren 5tet), Heliogabal (Barcellona) e Jazz Club Girona (con Barenghi-Di Ienno 4tet), Book Of Jazz (Bucarest, con Keys Trio), Utrecht rassegna BovenKamer e L’Aia (con Pianologues), Jimmy Glass Valencia, Jazz Club Padova e AMR di Ginevra (con Pianca-Gallagher Quartet); in Slovenia, a Capodistria, dove registra il concerto live nella trasmissione Jazz in Jaz di Radio Koper (con Alex Orciari, David Morgan e Lenart Krecic). Tra i festival italiani in cui si esibisce vanno annoverati European Jazz Expo Cagliari, Torino Jazz Festival 2012 e 2014, Pozzuoli Jazz Festival, Napoli Jazz Winter, Otranto Jazz Festival, Nuoro Jazz FestivalMI-TO Settembre Musica, Bergamo Jazz Festival, Piacenza Jazz Festival, Eddie Lang Jazz Festival, Locomotive Jazz Festival, Bicentenario Schumann Chopin al Verdi di Milano, Ritmo Delle Città Milano, Bia JazzAh-Um Festival Milano, Ortigia Jazz, Padova Jazz Festival, Casa Del Jazz di Roma, Villa Celimontana Roma, Blue Note Milano. Tra i crediti in ambito artistico, vanno menzionante le incisioni con i progetti Astrea di Mattia Cigalini (con Nicola Angelucci, edito Cam Jazz, 2015), Voltage di Bebo Ferra (con Nicola Angelucci, edito Abeat 2016), Sophisticated Lady di Camilla Battaglia Trio (Cofanetto in CD doppio, Tribute To Billie Holiday, Dodicilune, 2015), Nicola Angelucci Changes (assieme ad Andrea Dulbecco e Paolo Recchia; con ospiti speciali Fabrizio Bosso e Max Ionata), Simona Parrinello Con Alma (con Marco Micheli e Alessandro Rossi, edito per l’etichetta olandese Dot Time Records, 2016), Specs People di Bebo Ferra (Tuk Music, 2012), Stefano Bagnoli Other Side Trio (con Francesco Patti, Ultrasound 2015), Max Furian L’Equilibrista (incisione con ospiti speciali Randy Brecker, Horacio El Negro, Bebo Ferra, Ultrasound 2012) e Giovanni Falzone (nelle formazioni Elektris Trio e Liner Trio). Inizia gli studi musicali a soli 3 anni, su di un Elka, un organo elettronico presente in casa, spinto dal padre, e soltanto qualche anno più tardi intraprende lo studio del pianoforte. A 11 anni ottiene il Attestato di Studi su Organo Elettronico e Tastiere rilasciato dal C.D.M.I. di Ancona; più tardi ottiene il compimento inferiore (di pianoforte principale) presso il conservatorio “U. Giordano” di Foggia. Attorno ai 13 anni di età, ha modo di partecipare e vincere alcuni concorsi e premi all’organo elettronico: Primo Premio Città di Pescara e due volte Primo Premio Giovani Musicisti Città di Recanati. Inizia gli studi del Jazz sotto la guida del Mastro Franco D’Andrea ed integra il proprio percorso di studio con seminari, clinics o lezioni individuali tenute da John Taylor, Kenny Werner, Fred Hersch, Scott Colley, Dave Liebman, Palle Danielsson, Barry Harris, Phil Markowitz, Bob Mintzer, Larry Goldings, Sam Yahel. Ha conseguito con il massimo dei voti (10/10) l’Alto Perfezionamento in Pianoforte Jazz presso il C.P.M. di Milano sotto la guida del maestro Franco d’Andrea ed ottenuto, con il massimo dei voti e lode la Laurea di 1° livello in Musica Jazz presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Ai Seminari Internazionali di Siena Jazz ottiene la borsa di studio al merito per i seminari St. Louis Roma. Tra i riconoscimenti in ambito jazz vanno menzionati il premio il Premio Internazionale Massimo Urbani 2007, il primo premio con il proprio trio al premio Nuovi Talenti Jazz 2008 indetto dal Jazz Club Bergamo e la partecipazione come finalista al Premio delle Arti 2009.

Pianista, organista, compositore, produttore. Inizia gli studi musicali a soli 3 anni su tastiere ed organo elettronico. Consegue il attestato di studi su organo elettronico con il massimo dei voti presso il CDMI di Ancona e parallelamente inizia lo studio classico del pianoforte. Nel 2003 incontra il Maestro Franco d’Andrea e con lui nel 2004 si diploma in Alto Perfezionamento jazz presso il CPM di Milano con il massimo dei voti (10/10). Nel 2007 è terzo classificato all’XI edizione del premio internazionale “Massimo Urbani”; nel 2008 è vincitore con il suo trio del concorso per formazioni emergenti indetto dal Jazz Club Bergamo. Presso i seminari internazionali di Siena Jazz ottiene borsa di studio al merito per la St. Louis di Roma. Ottiene il diploma di laurea in musica jazz presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano con 110 e lode, nel 2013. Apprezzato sideman, ha avuto la possibilità di suonare in rassegne o registrare – sia al piano che all’organo hammond – con Franco Ambrosetti, Bebo Ferra, Randy Brecker, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Mattia Cigalini, Perico Sambeat, Giovanni Falzone, Mauro Negri, Emanuele Cisi, Max Ionata, Tino Tracanna, Fabrizio Sferra, Gianni Cazzola, Stefano Bagnoli, Max Furian, Bjørn Solli, Yuri Goloubev, Asaf Srkis, Adam Pache, Mauro Beggio, Marco Micheli, Tony Arco, Attilio Zanchi, Michele Polga, Emilio Soana, Ada Rovatti, Paolo Pellegatti, Lucio Terzano, Stefano Senni, George Robert, Mark Nightingale, Alessio Menconi ed altri. Ha registrato per Cam Jazz, Dodicilune, Abeat Records (il progetto da leader, These Days, riceve diverse recensioni positive e l’attenzione della critica). Si è esibito in diverse rassegne e programmazioni di musica jazz in Italia quali Torino Jazz Festival, Casa Del Jazz, Villa Celimontana, Cagliari Jazz, Nuoro Jazz, Pozzuoli Jazz, Locomotive Jazz Festival, Trentino Jazz Festival, Napoli Jazz Winter, Piacenza Jazz Festival, Siracusa Jazz Festival, come in diversi club e rassegne ad Amsterdam, l’Aja, Helsinki, Nuova Dehli, Lubjiana, Koper, Casablanca, Rabat, Buenos Aires, Montevideo, San Francisco, Bucarest, Zurigo, Barcellona, Bourges, Dusseldorf, Barcellona, Valencia. Ha all’attivo la registrazione in studio di oltre 20 dischi di musica jazz e musica improvvisata nelle sue diverse forme. Oltre che leader dei propri progetti, performer e sideman, Gianluca è produttore musicale a 360 gradi: realizza, attraverso la propria casa di produzione, originali, brand design, sound design per importanti network televisivi e radiofonici, o marchi e grandi eventi. In ambito pop e musica leggera diversi crediti in qualità di sideman in produzioni live e in studio; recentemente si unisce alla nuova band del compositore Ivan Segreto (con Cristian De Cicco e Roberto Pistolesi), dove riveste il ruolo di tastierista, al moog e al prophet.

He performed in important venues as Kamani Auditorium (New Dehli, India), Mazda Hall Pune (Bombay, India), Savoy Teattery in Helsinki (Finland), Mohammed V Theathre in Rabat (Morocco), Recoleta Cultural Center in Buenos Aires (Argentina), Auditorio Diego Torres in Cordoba (Argentina), Radisson Hall in Montevideo (Uruguay). He performed jazz clubs like Blue Note (Milan), Casa Del Jazz (Rome), AMR (Geneve, Swisse), LAC Arte e Cultura (Lugano, Swisse), Jazz In Bess (Lugano, Swisse), Jimmy Glass (Valencia, Spain), Jazz Club Girona (Spain), De Bovenkamer (Utrecht, Netherlands), Archiduq (Brussels, Belgium), Hopper (Antwerp, Belgium), Steinway Hall Dusseldorf (Germany), Fenix Music Hall (Rotterdam), Jazz Ahead at Swissotel Hall (Bremen, Germany), Radio Koper Live (Capodistria, Croatia), Prulcek Lubjiana (Slovenia), Book Of Jazz in Bucharest (Romania) and many other across italy or in New York, London, Paris, Amsterdam, Barcelona, Den Hague, San Francisco, Casablanca. He performed in many important italian jazz festival: Torino Jazz Festival, Padova Jazz Festival, Matera Jazz, Fano Jazz, Napoli Jazz Winter, Nuoro Jazz, Jazz Expo Cagliari, Pozzuoli Jazz, Piacenza Jazz Festival, MITO Milano, Ritmo Delle Città, V. Celimontana, Bergamo Jazz Festival, Bologna Jazz Festival.

filter-gallery-four-columns

Discography

As leader, co-leader or sideman

Bebo Ferra “Specs People”
Mattia Cigalini “Astrea”
Bebo Ferra “Voltage”
Picoduet “Tornando”
Pianologues “Live At Aula Del Quattrocento”
Simona Parrinello “Con Alma”
Gianluca Di Ienno “dBus” Live
Gianluca Di Ienno Keys Trio “Shifting Thoughts”
Gianluca Di Ienno Release-3 “These Days”
g-contact

Contact

Fell free to drop me few lines

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message