31 Ottobre 2016 admin

CD review | “Shifting Thoughts” on A Proposito di Jazz

Ancora un organo Hammond a conferma che il mondo del jazz sta riscoprendo questo magnifico strumento. A suonarlo questa volta è Gianluca Di Ienno (che si ascolta anche al piano, al Fender Rhodes e all’elettronica); accanto a lui Massimiliano Milesi al sax tenore e soprano e Alessandro Rossi alla batteria. I dieci brani in programma sono tutti frutto dei tre musicisti e denotano una buona capacità compositiva. Ma quel che maggiormente convince in questo album è la capacità dei musicisti di mescolare stilemi tipici della più classica tradizione jazz con sonorità assai moderne legate anche all’utilizzo di strumentazioni elettroniche. Emblematici, al riguardo, già i primi due brani in rapida successione, “Circularity” e “Propinqua”: ad una introduzione pianistica d’impronta classicheggiante, fa seguito uno sviluppo della musica affidato all’organo e al sax , assai marcato ritmicamente e caratterizzato da una timbrica assolutamente attuale. Nello stesso tempo si chiarisce il ruolo dei tre musicisti: a Di Ienno il compito di mutare le atmosfere, a Milesi quello di sciorinare un fraseggio fluido che si mantenga tale per tutta la durata dell’album, a Rossi quello di sottolineare i vari passaggi. E così, ad esempio, in “Dub-Bi” il clima cambia radicalmente grazie all’elettronica magistralmente utilizzata dal leader mentre il sassofono detta la linea portante con la batteria a produrre un ritmo quasi funkeggiante. Insomma un album originale, intelligente, ben concepito e altrettanto ben realizzato.

Gerlando Gatto | A Proposito di Jazz

Tagged: , , , , ,